Fine Art
contemporary

Nato nel 1950 in Sicilia, Alfio Sacco, vive e lavora a Zurigo. Ha studiato arte, fotografia e litografia a Catania e a Zurigo. La sua arte è contrassegnata da un taglio critico nei confronti dell’attualità. Nell’espressione artistica si pone come contrappunto e alternativa alla cultura ufficiale e riconosciuta, seguendo le orme dell’ Underground Art.

Le sue foto, non scaturiscono da scatti estemporanei, bensì da uno sguardo meditato, che si traduce nella scelta consapevole dei motivi e delle immagini. A volte ci vuole molta pazienza per cogliere lo scatto giusto nel momento giusto. Alla ricerca dell’esatta armonia di ombre e luce sulla superficie da poco scoperta oppure vederlo attendere per delle ore fino a che il sole non crei la precisa sfumatura desiderata. 

Ogni scoperta di nuovi soggetti, siano essi resti di manifesti affissi, frammenti scrostati di muro, piccoli graffiti alla fermata dell’autobus, per Alfio Sacco diventa storia da narrare. Le immagini sono estrapolate dal loro contesto originario, riempite di altri significati, come nei palinsesti medievali. Il caso non avviene per caso, ma è mosso dalla pratica della percezione, che fornisce nuovi ambiti, illuminazioni improvvise, a strutture e contenuti fino a quel momento non evidenziati. Il caso diventa così ricerca e scoperta continue, perché solo chi opera in maniera cosciente con l’avvenimento fortuito, conosce per certo il proprio cammino.